Ortopedia e traumatologia - Lugano e Bellinzona

Ospedale Regionale di Lugano, Civico e Italiano
Tel. +41 (0)91 811 78 02 - FAX +41(0)91 811 75 29
AmbulatorioOrtopedia.orl@eoc.ch
Ospedale Regionale di Bellinzona e Valli, San Giovanni
Tel. +41 (0)91 811 91 44 
AmbulatorioOrtopedia.osg@eoc.ch

Ortopedia e traumatologia - Lugano e Bellinzona

Ospedale Regionale di Lugano, Civico e Italiano
Tel. +41 (0)91 811 78 02 - FAX +41(0)91 811 75 29
AmbulatorioOrtopedia.orl@eoc.ch
Ospedale Regionale di Bellinzona e Valli, San Giovanni
Tel. +41 (0)91 811 91 44 
AmbulatorioOrtopedia.osg@eoc.ch

Ortopedia e traumatologia Ospedale Regionale di Lugano e Bellinzona

Indietro

Patologie muscolo-scheletriche: strategie per il pieno recupero funzionale

Questo ambito di ricerca include diversi approcci, tutti mirati all'ottimizzazione delle strategie di trattamento al fine di offrire ai pazienti affetti da patologie ortopediche un ritorno alla funzionalità completa.
In quest'ottica, gli sforzi della ricerca nella pratica clinica sono rivolti innanzitutto alla comprensione del potenziale ma anche dei limiti delle opzioni terapeutiche attualmente a disposizione, nonché all'identificazione di strategie per raggiungere risultati migliori. Tale miglioramento può essere raggiunto sia grazie a progressi tecnologici ma anche attraverso l'identificazione e la comprensione delle peculiarità di ogni pazienti, con l'obiettivo di sviluppare una medicina personalizzata. Dove invece i trattamenti attuali non sono soddisfacenti, gli sforzi della ricerca clinica convergono con quelli della ricerca di base, con lo sviluppo di nuovi trattamenti biologici per favorire la rigenerazione dei tessuti muscolo-scheletrici. In particolare, le attività di ricerca di base sono focalizzate da un lato sulla generazione di sostituti vitali di tessuti muscoloscheletrici e dall’altro sulla riproduzione di tali tessuti mediante modelli avanzati in vitro. La prima attività mira ad ottenere costrutti a base di cellule e biomateriali da usare in clinica per sostituire tessuti danneggiati (ad esempio parti di osso e / o cartilagine). Nella seconda attività, il fine è quello di ottenere fedeli modelli dei tessuti fisiologici, che aiuteranno nell'identificazione dei meccanismi alla base delle patologie e alla scoperta di nuove terapie in modo più efficiente.

Indietro