Tendinite di De Quervain

La tendinite di De Quervain è un'infiammazione della guaina tendinea sul lato del pollice del polso. La causa è solitamente l'uso eccessivo. Oltre al dolore, può comportare una limitazione dei movimenti. La tendovaginite di De Quervain può richiedere del tempo per essere risolta. La cosa più importante è immobilizzare il più possibile la mano colpita. Con la giusta terapia, l'infiammazione di solito guarisce senza conseguenze.

Panoramica

I tendini sono costituiti da fibre di tessuto connettivo. Collegano i muscoli alle ossa. Se i tendini corrono su prominenze ossee e articolazioni, in questi punti particolarmente sollecitati sono circondati da una guaina. La cosiddetta guaina tendinea è composta da diversi strati: lo strato esterno di tessuto connettivo e la membrana sinoviale interna. Quest'ultima prende il nome dal fluido viscoso che si trova tra di esse, la cosiddetta sinovia. Il compito della guaina tendinea è quello di evitare un attrito eccessivo. Se è permanentemente tesa, il tessuto della guaina tendinea e talvolta anche il tendine stesso possono infiammarsi. Gli specialisti parlano quindi anche di infiammazione della guaina tendinea o tendovaginite.

Nella tendovaginite di De Quervain si infiammano le guaine tendinee del polso nella zona del pollice. Il nome risale al chirurgo svizzero Fritz de Quervain. Egli fu il primo a descrivere la tendovaginite nel 1895.

Tendovaginite di De Quervain - incidenza ed età

In generale, qualsiasi guaina tendinea del corpo può infiammarsi. Tuttavia, il polso è particolarmente colpito. Esiste anche una differenza tra i sessi. Le donne soffrono di tendovaginite di De Quervain più spesso degli uomini.

Cause e fattori di rischio

La tendovaginite di De Quervain è solitamente causata da un uso eccessivo. Si verifica, ad esempio, quando

  • É necessario piegare e allungare il pollice più e più volte;
  • Il polso assume una postura scorretta a lungo termine;
  • Si esercita una forte pressione sui tendini;
  • Si muove spesso il polso lateralmente.


Questo fa sì che il tendine sfreghi ripetutamente con forza contro l'osso. Ciò può provocare lesioni alla guaina del tendine, che a volte si infiamma.
In pratica, qualsiasi attività quotidiana può portare alla tendovaginite di De Quervain. Altri fattori di rischio sono:

  • Alcuni sport come il canottaggio o il tennis;
  • Suonare strumenti come il violino o il pianoforte;
  • Un luogo di lavoro poco adeguato; Malattie come reumatismi, gotta o diabete;
  • Influenze ormonali, ad esempio durante la gravidanza o l'allattamento;
  • Infezioni.


Talvolta la tendovaginite di De Quervain è riconosciuta anche come malattia professionale. I gruppi professionali particolarmente colpiti sono, ad esempio, i fisioterapisti, i musicisti professionisti o le persone che trascorrono gran parte del loro orario di lavoro al computer.

Sintomi

Esistono diversi sintomi tipici della tendovaginite di De Quervain. Questi includono:

  • Dolore lancinante o trafittivo, soprattutto al polso sotto il pollice;
  • Sensibilità alla pressione;
  • Gonfiori;
  • Arrossamento;
  • Limitazione dei movimenti, spesso accompagnata da un suono di strusciamento o di sfregamento.


Se la tendinite è cronica, possono comparire ispessimenti nodulari. Di solito si sviluppano sopra l'articolazione di base, nella parte interna della mano. Questo può portare al cosiddetto "dito a digiuno": La persona colpita non riesce più a stendere correttamente il dito piegato e si verifica un movimento a scatti.

Prevenzione e diagnosi precoce

È importante individuare la tendovaginite di De Quervain il prima possibile. Un tipico segno precoce è che i disturbi si manifestano soprattutto dopo l'esercizio fisico e poi scompaiono di nuovo. Non prendetela alla leggera e chiarite subito il dolore o i sintomi simili. Perché in questo modo ci sono le migliori possibilità che l'infiammazione guarisca senza conseguenze.

Esistono anche alcune semplici misure che si possono adottare per prevenire la tendovaginite di De Quervain:

  • Organizzate bene la vostra postazione di lavoro: Se si lavora principalmente al computer, è necessario allestire bene la postazione di lavoro. Assicuratevi che la scrivania e la sedia su cui sedete siano all'altezza giusta. Anche ausili come un mouse ergonomico o tappetini davanti alla tastiera possono essere utili;
  • Non esagerate: se il vostro lavoro richiede di eseguire sempre gli stessi movimenti faticosi delle mani, concedetevi regolarmente una pausa. Non esagerate nemmeno con gli hobby. A volte è possibile modificare alcuni movimenti per offrire una certa varietà;
  • Riscaldamento: Soprattutto quando si fa sport, è importante riscaldarsi prima. In questo modo si preparano le zone sollecitate in modo ottimale al carico. In questo modo si evita che le guaine dei tendini si usurino e provochino infiammazioni.

Decorso e prognosi

Di norma, la tendovaginite di De Quervain non è complicata e l'infiammazione di solito guarisce bene dopo alcune settimane di riposo costante. Questo vale soprattutto se non sono presenti altre malattie (come l'artrite reumatoide). In alcuni casi, tuttavia, la tendovaginite di De Quervain può diventare cronica. Ciò accade, ad esempio, se la malattia non viene riconosciuta in tempo o se non ci si prende cura a sufficienza della mano colpita. I sintomi persistono a lungo e sono difficili da trattare. La malattia può anche portare a un ispessimento che limita la mobilità del pollice. Spesso solo un intervento chirurgico può essere d'aiuto.

Trattamento

Il trattamento della tendovaginite di De Quervain dipende, tra l'altro, dalla causa sottostante e dal grado di avanzamento dell'infiammazione.