Ortopedia e traumatologia - Lugano e Bellinzona

Ospedale Regionale di Lugano, Civico e Italiano
Tel. +41 (0)91 811 78 02 - FAX +41(0)91 811 75 29
AmbulatorioOrtopedia.orl@eoc.ch
Ospedale Regionale di Bellinzona e Valli, San Giovanni
Tel. +41 (0)91 811 91 44 
AmbulatorioOrtopedia.osg@eoc.ch

Ortopedia e traumatologia - Lugano e Bellinzona

Ospedale Regionale di Lugano, Civico e Italiano
Tel. +41 (0)91 811 78 02 - FAX +41(0)91 811 75 29
AmbulatorioOrtopedia.orl@eoc.ch
Ospedale Regionale di Bellinzona e Valli, San Giovanni
Tel. +41 (0)91 811 91 44 
AmbulatorioOrtopedia.osg@eoc.ch

Ortopedia e traumatologia Ospedale Regionale di Lugano e Bellinzona

Rigenerazione cartilaginea Indietro

La riparazione delle lesioni della cartilagine

La cartilagine articolare è il tessuto liscio, bianco che ricopre le estremità delle ossa che si uniscono per formare le articolazioni. La cartilagine sana nelle nostre articolazioni rende più facile il movimento permettendo alle ossa di scivolare tra loro con molto poco attrito. Ma la cartilagine si può danneggiare a causa di lesioni dovute a traumi o per la normale usura dovuta all'utilizzo eccessivo o all'età. Poiché le lesioni della cartilagine non guariscono bene autonomamente, i ricercatori hanno sviluppato tecniche chirurgiche per stimolare la crescita di nuova cartilagine. Il ripristino della cartilagine articolare può alleviare il dolore e permettere una migliore funzionalità ma fatto ancora più importante, far guarire un danno alla cartilagine può ritardare o prevenire l'insorgenza dell'artrosi. Le tecniche chirurgiche per riparare la cartilagine danneggiata sono ancora in evoluzione. Si spera che, man mano che migliorano le conoscenze sulla cartilagine e sulla sua risposta alla guarigione, i chirurghi saranno sempre più in grado di curare le articolazioni danneggiate.

La cartilagine ialina

Il componente principale della superficie articolare è un tessuto speciale chiamato "cartilagine iàlina". Quando questo tessuto è danneggiato, la superficie articolare non è più liscia e il movimento delle ossa su una superficie articolare dura e danneggiata diventa difficile e provoca dolore. La cartilagine danneggiata col tempo inoltre può portare all'artrosi cioè alla usura degenerativa dolorosa di tutto il giunto articolare. L'obiettivo delle procedure di ripristino della cartilagine è quello di stimolare la crescita di nuova cartilagine ialina.

Identificazione dei danni della cartilagine

In molti casi, i pazienti che hanno lesioni alle articolazioni, come ad esempio lesioni meniscali e legamentose, avranno anche danni della cartilagine. Questo danno può essere difficile da diagnosticare perché la cartilagine ialina non contiene calcio e non può essere vista su una semplice radiografia e spesso anche la Risonanza Magnetica non riesce a far comprendere bene l'entità del danno. In presenza di altre lesioni con danni della cartilagine, i medici affronteranno tutti i problemi durante l'intervento chirurgico.

Il paziente candidato ideale

La maggior parte dei candidati per la cura della cartilagine articolare sono i pazienti giovani che hanno subito un singolo infortunio, ed hanno una singola lesione. I pazienti con molte lesioni nella stessa articolazione, hanno meno probabilità di trarre beneficio da un intervento chirurgico di riparazione della cartilagine, mentre nei pazienti anziani non esiste indicazione a questo tipo di trattamento. Il ginocchio è la zona più comunemente trattata con tecniche di riparazione della cartilagine ma possono essere trattati anche problemi alla caviglia, alla spalla, e in qualche caso selezionato all'anca e al gomito.

Procedure chirurgiche

Molte procedure per ripristinare la cartilagine articolare sono eseguite per via artroscopica. Durante l'artroscopia, il chirurgo pratica due o più piccole incisioni della pelle intorno alla vostra articolazione per entrare con una microtelecamera chiamata artroscopio. Alcune procedure impongono al chirurgo di avere un accesso più diretto alla zona interessata. Spesso sono necessarie incisioni più grandi, chirurgia detta open. A volte assieme al danno cartilagineo è necessario affrontare altri problemi associati, come ad esempio rotture meniscali o legamentose e spesso devono essere curati i difetti di asse dell'arto, ad esempio bisognerà eseguire osteotomie del ginocchio per sistemare un varo o un valgo. In generale, il recupero da una procedura artroscopica è più veloce e meno doloroso di quello dopo la chirurgia tradizionale a cielo aperto, ma per tutte le procedure di riparazione cartilaginea i tempi sono piuttosto lunghi. Il medico discuterà le opzioni con voi per determinare che tipo di procedura è più indicata per risolvere il vostro problema.
Le procedure più conosciute per il ripristino della cartilagine sono:

  • Microfratture
  • Perforazioni
  • Abrasione
  • Trapianto di condrociti autologhi
  • Trapianto Osteocondrale autologo
  • Trapianto Osteocondrale con Allograft

 

Indietro