Ortopedia e traumatologia - Lugano e Bellinzona

Ospedale Regionale di Lugano, Civico e Italiano
Tel. +41 (0)91 811 78 02 - FAX +41(0)91 811 75 29
AmbulatorioOrtopedia.orl@eoc.ch
Ospedale Regionale di Bellinzona e Valli, San Giovanni
Tel. +41 (0)91 811 91 44 
AmbulatorioOrtopedia.osg@eoc.ch

Ortopedia e traumatologia - Lugano e Bellinzona

Ospedale Regionale di Lugano, Civico e Italiano
Tel. +41 (0)91 811 78 02 - FAX +41(0)91 811 75 29
AmbulatorioOrtopedia.orl@eoc.ch
Ospedale Regionale di Bellinzona e Valli, San Giovanni
Tel. +41 (0)91 811 91 44 
AmbulatorioOrtopedia.osg@eoc.ch

Ortopedia e traumatologia Ospedale Regionale di Lugano e Bellinzona

Artrosi dell'anca Indietro

L'artrosi è un'artropatia cronica in cui le lesioni anatomiche consistono principalmente in alterazioni distruttive delle cartilagini articolari associate a lesioni proliferative del tessuto osseo circostante.

I sintomi causati dall'artrosi dell'anca sono il dolore alla deambulazione e la limitazione progressiva dei movimenti dell'anca. Una volta instauratasi, non guarisce, ma evolve lentamente. Il dolore generalmente si localizza all’altezza della zona inguinale ma può essere percepito anche nel lato interno, nella parte anteriore della coscia e può manifestarsi in seguito ad uno sforzo fisico oppure dopo un certo periodo di inattività.

Il trattamento delle forme gravi di artrosi dell'anca e di particolari tipi di fratture al collo del femore si effettua mediante l'applicazione di protesi (metallo e plastica), che viene inserito sulle superfici articolari degenerate.

Tre stadi sintomatologici:

  • Primo stadio: È lo stadio iniziale e meno grave della coxartrosi. In questa fase, i pazienti soffrono di dolori periodici a livello di dove risiede l'anca infiammata, scatenati, il più delle volte, da un'attività fisica di moderata/elevata intensità.
    La coxartrosi al primo stadio è una condizione alquanto subdola, in quanto, con il riposo dell'arto inferiore sofferente, la sensazione dolorosa tende a scomparire molto rapidamente e in maniera quasi completa. 
  • Secondo stadio: È lo stadio intermedio della coxartrosi. In questa fase, il dolore assume nuovi connotati: innanzitutto, è più intenso, rispetto al primo stadio; in secondo luogo, riguarda una zona anatomica più ampia, interessando anche l'area inguinale e la parte anteriore della coscia; in terzo luogo, può comportare un senso di pressione o bruciore; infine, in ultima istanza, può comparire non solo in occasione di un movimento o un'attività fisica di una certa intensità, ma anche a riposo. L'intensità del dolore, che caratterizza il secondo stadio, è tale per cui i pazienti hanno difficoltà a compiere determinati movimenti con l'arto sofferente: la sensazione dolorosa in atto, quindi, pregiudica la mobilità articolare dell'anca infiammata.
  • Terzo stadio: È lo stadio finale della coxartrosi, il più grave. In questa fase, il dolore diventa una sensazione particolarmente intensa, costante (dolore cronico) e diffusa. I movimenti dell'anca risultano fortemente pregiudicati, al punto che i pazienti lamentano difficoltà anche durante una semplice camminata, nel fare le scale e nell'utilizzare la bicicletta.

La diagnosi di coxartrosi si basa sull’anamnesi, un accurato esame clinico e le indagini radiologiche. In particolare le radiografie dell’anca che mostreranno il restringimento articolare causato dalla progressiva scomparsa della cartilagine.

Indietro