Il Dottor Cavalli eletto Presidente dell'Unione Internazionale Contro il Cancro

16 novembre 2004

All’assemblea dell’Unione Internazionale Contro il Cancro (UICC), attualmente in corso a Dublino, il Prof. F. Cavalli, direttore dell’Istituto Oncologico della Svizzera Italiana (IOSI) è stato eletto quale prossimo presidente. L’entrata in carica è prevista per il luglio 2006, quando terminerà il mandato dell’attuale presidente J. Seffrin, che è anche direttore della American Cancer Society. L’UICC ha la sua sede a Ginevra e viene talvolta chiamata “l’ONU contro il cancro”. E’ l’organismo internazionale che racchiude circa 200 organizzazioni in rappresentanza di un centinaio di paesi. La maggior parte delle nazioni sono rappresentate dalle rispettive Leghe nazionali contro i tumori, alcuni dei paesi occidentali sono rappresentati da più organizzazioni. Molti dei paesi del Terzo Mondo invece si fanno rappresentare a livello dell’UICC da delegazioni governative. L’UICC ha un’attività multiforme, che va dall’educazione all’informazione del pubblico, dall’organizzazione di corsi di perfezionamento soprattutto per personale sanitario in paesi sottosviluppati, alla creazione di innumerevoli borse di studio e ad attività strettamente scientifiche. Quest’ultima si concentra soprattutto sulla pubblicazione di linee guida a livello mondiale, in particolare nella diagnostica e nella classificazione dei tumori. Tutti i tumori vengono p.es. classificati secondo il cosiddetto schema TNM (T= tumore, N= linfonodi, M=metastasi), creato a suo tempo e costantemente aggiornato dall’UICC. La candidatura del Prof. Cavalli era stata proposta sia dalla Lega Svizzera contro il cancro che dalla Scuola Europea d’Oncologia di Milano, diretta dal Prof. Veronesi. Oltre alla candidatura svizzera c’erano ben 4 altre candidature europee, in quanto per tradizione si sapeva che questa volta la presidenza sarebbe molto probabilmente toccata ad un rappresentante del Vecchio Continente. Tra le altre candidature erano particolarmente agguerrite quelle del Prof. Kleihues, già direttore dell’Agenzia Internazionale sulla carcinogenesi IARC di Lione, e quella del Prof. Zur Hausen, direttore fino a pochi mesi fa dell’Istituto Tedesco di Ricerca Fondamentale sul Cancro di Heidelberg. La scelta del Prof. Cavalli è avvenuta al primo turno, su proposta del Comitato di nomina e del Council (comitato allargato), che l’avevano preferito nella loro valutazione agli altri candidati. Quale presidente eletto, il Dr. Cavalli farà già immediatamente parte del direttivo dell’UICC, mentre la sua entrata in funzione avverrà in occasione del prossimo World Cancer Congress di Washington (luglio 2006), organizzato congiuntamente dall’UICC e da tutte le associazioni americane contro il cancro. A questo congresso mondiale saranno invitati anche tutti i ministri della sanità, compreso quindi il consigliere federale P. Couchepin.

Social share