Il potenziamento del Centro di medicina del Sonno

01 ottobre 2001

Con il mese di settembre il Centro di medicina del Sonno dell' Ospedale regionale di Lugano ha potenziato il servizio al pubblico. Il centro, unico per tutti gli ospedali EOC, è integrato nel Servizio di neurologia del Civico ed è diretto dal vice primario di questo servizio, Dott. ssa Fiammetta Bornatico-Valsangiacomo. Grazie a importanti contributi della Lega Polmonare Ticinese e della Fondazione Crivelli è stato attrezzato un secondo laboratorio per l’esame del sonno, portando a 2 per notte il numero dei pazienti ammessi a questo esame. In tal modo potrà essere ridotta considerevolmente la lista d’attesa, lunga fino a 3, 4 mesi. Il lavoro del centro è interdisciplinare. L’équipe comprende anche il dott. Marco Pons, capo servizio di pneumologia; il dott. Stefano Ermanni è il consulente di oto-rino-laringoiatria, il dott. Michele Tomamichel è consulente psichiatra.
Il potenziamento avviene un anno e mezzo dopo la decisione, da parte degli organi competenti incaricati dal Dipartimento federale degli Interni, di accreditare e annoverare il centro di Lugano fra le prime 12 strutture specialistiche svizzere in medicina del sonno.

Il Laboratorio del Sonno La maggior parte dei pazienti riferiti al Centro del Sonno soffre di una sindrome delle apnee del sonno. Si tratta di regola di grandi russatori, con sovrappeso. Il loro sonno presenta ripetuti arresti prolungati del respiro. Queste pause causano continue e inconsapevoli interruzioni del sonno di breve durata. Il sonno risulta così superficiale e frammentato. Al risveglio il paziente è stanco, non riposato ed ha difficoltà a vivere una normale giornata lavorativa. L’esame del sonno, o polisonnografia, viene eseguito nel laboratorio, dove il paziente rimane a dormire, alla presenza costante di un tecnico. L’esame comprende la registrazione contemporanea di biosegnali quali l’encefalogramma, i movimenti oculari, l’attività muscolare submentale e degli arti, le escursioni respiratorie del torace e dell'addome, il flusso dell'aria attraverso il naso e la bocca, l’elettrocardiogramma, la saturazione di ossigeno nel sangue, i movimenti del corpo, il russare. L’esame è impegnativo e comprende una lunga fase di preparazione. Non tutti i pazienti con disturbi del sonno possono trarre beneficio attraverso l’esame. L’indicazione per accedere al Centro del Sonno va posta in modo accurato da specialisti (pneumologi, specialisti orecchio-naso-gola, neurologi, internisti) e in caso di dubbio rivalutata dai responsabili del centro, i quali se è il caso, sottopongono il paziente ad una valutazione clinica. Alcune note informative sui disturbi del sonno Il sonno è un processo fondamentale per l’organismo. L’uomo, a 60 anni, ne ha trascorsi 20 dormendo. La ricerca scientifica ha iniziato a studiare il sonno soltanto nel secolo scorso. Le conoscenze della medicina del sonno sono in continua espansione. I disturbi sono più di 80 e sono suddivisi in 3 grandi gruppi: - le dissònnie, ossia i disturbi del sonno che causano eccessiva sonnolenza diurna o insonnia, come ad esempio la sindrome delle apnee del sonno, la sindrome della gambe senza riposo e i movimenti periodici degli arti nel sonno, la narcolessia, l’insonnia vera e propria; - le parasònnie con le quali si definiscono comportamenti e fenomeni in parte inconsci che avvengono durante il sonno, come il sonnambulismo, il terrore notturno, gli incubi, le paralisi da sonno; - i disturbi del sonno associati a malattie somatiche e psichiatriche, come la depressione e l’ansia, che sono di gran lunga le cause principali di insonnia; l’alcolismo, la broncopatia cronica ostruttiva, l’asma, il riflusso gastro-esofageo sono pure condizioni che frequentemente comportano disturbi del sonno. Breve scheda dei due enti donatori La Lega polmonare ticinese, pesieduta dal dott. Gianmaria Solari, Lugano, rappresenta un importante punto di promozione e coordinamento nella lotta alle malattie polmonari sul terreno medico, sociale ed assistenziale. Fondata all’inizio del secolo scorso, la Lega polmonare ticinese ha sede a Lugano. Molto apprezzata dal pubblico l’attività di noleggio di apparecchiature alle persone affette da malattie respiratorie. La Fondazione dott. Pierluigi Crivelli, presieduta dal dott. Gianfranco Bolognini, Mendrisio, è stata costituita alla memoria di un medico ticinese, scomparso alcuni anni fa, che si distinse per le sue capacità professionali nel campo delle malattie polmonari. L’attività della fondazione consiste nel favorire e promuovere, in forma diretta e indiretta, l’attività di natura scientifica, come pure l’organizzazione pratica di misure terapeutiche o preventive da parte di persone ed enti impegnati nella lotta contro le malattie polmonari.

Social share