Ematoma subdurale

L'ematoma subdurale è un'emorragia tra due meningi. La forma acuta è sempre un'emergenza per la quale i medici devono intervenire immediatamente: è pericolosa per la vita. La causa è solitamente un grave trauma cranico dovuto a un incidente, per esempio nel traffico stradale o durante lo sport.

Panoramica

Un ematoma subdurale è un'emorragia tra due meningi, la dura madre e l'aracnoide. Entrambe sono costituite da tessuto connettivo. Circondano e proteggono il cervello. Il termine ematoma subdurale può essere derivato in questo modo: "sub" significa "sotto", "durale" sta per la dura madre e un ematoma è un livido. Altri nomi medici dell'ematoma subdurale sono emorragia subdurale o ematoma subdurale.

Gli esperti distinguono tra ematoma subdurale acuto, subacuto e cronico, a seconda del momento di insorgenza. I sintomi si manifestano rapidamente o solo nel giro di pochi giorni o settimane. L'ematoma subdurale acuto è solitamente causato da un grave incidente, ad esempio nel traffico stradale. A volte anche lesioni minori, i cosiddetti traumi banali, sono sufficienti a scatenare un'emorragia subdurale cronica. L'emorragia si verifica quando i vasi sanguigni (vene) nel cosiddetto spazio subdurale vengono lesi. Questo spazio si crea solo artificialmente quando il sangue vi si infiltra e si allarga. Normalmente non è visibile perché le due meningi sono vicine.

Un ematoma subdurale acuto si manifesta entro poche ore o pochi giorni con mal di testa, nausea, vomito e alterazione della coscienza. L'ematoma subdurale cronico, invece, si sviluppa gradualmente e i sintomi spesso si manifestano solo dopo alcune settimane. La pressione alla testa, la stanchezza, i disturbi della concentrazione o la confusione sono possibili segnali.
L'ematoma subdurale acuto è sempre un'emergenza. È necessario arrestare l'emorragia il prima possibile e rimuovere l'ematoma perché può essere pericoloso per la vita. Di norma, l'ematoma viene operato. Nel caso di un'emorragia subdurale cronica, i medici talvolta aspettano e osservano l'ematoma. Altrimenti, l'intervento chirurgico è il trattamento di scelta anche in questo caso.

In un ematoma subdurale cronico, invece, il sangue penetra solo lentamente. Può essere causato da lesioni minori. I sintomi dipendono dal fatto che l'emorragia subdurale sia acuta o cronica. Il trattamento di solito prevede un intervento chirurgico, in cui il neurochirurgo rimuove l'ematoma. Si può anche procedere all'embolizzazione, che chiude i vasi sanguigni che alimentano l'emorragia.

Ematoma subdurale - frequenza ed età

La frequenza dell'ematoma subdurale acuto non può essere quantificata con precisione. Tuttavia, l'emorragia può verificarsi in linea di principio in qualsiasi persona in cui una forza massiccia agisce sulla testa e provoca una lesione. Ne sono un esempio i gravi incidenti stradali con auto e biciclette, nonché gli incidenti sportivi e ricreativi. Questi incidenti si verificano ogni giorno in tutto il mondo, anche in Svizzera. Possono colpire persone di qualsiasi età. Di norma, però, i più giovani si comportano in modo più rischioso nel traffico, nello sport e nelle attività ricreative.

L'emorragia subdurale cronica si verifica nel mondo occidentale con una frequenza compresa tra 1 e 5,3 per 100.000 abitanti all'anno. Colpisce più spesso le persone anziane. A volte basta un urto della testa contro un oggetto per scatenare l'emorragia. Anche gli alcolisti sono più a rischio.

Cause e fattori di rischio

Le cause dell'ematoma subdurale acuto sono di solito gravi lesioni alla testa. Possono essere causati, ad esempio, dalle seguenti situazioni:

  • Incidenti nel traffico stradale (ad es. auto, bicicletta, e-bike, e-scooter), durante lo sport, il tempo libero o sul lavoro;
  • Caduta dalla testa, per esempio da una grande altezza;
  • Violenza alla testa, ad esempio in una rissa o in un combattimento;
  • Abuso infantile: l'emorragia può essere dovuta a un trauma da scuotimento.


Nell'ematoma subdurale cronico sono sufficienti anche lesioni minori per scatenare l'emorragia. Spesso le persone colpite non ricordano nemmeno l'evento scatenante, se è avvenuto diverse settimane fa.

Le cause e i fattori di rischio possono essere:

  • Età avanzata - gli anziani soffrono più spesso di ematoma subdurale;
  • Abuso di alcol;
  • Lieve caduta sulla testa;
  • Sbattere la testa contro una parete, l'anta di un armadio aperto o un cassetto tirato fuori;
  • Diabete mellito;
  • Farmaci che fluidificano il sangue: l'assunzione di anticoagulanti favorisce l'emorragia subdurale;
  • Interventi medici, ad esempio perdita di liquido cerebrospinale in seguito a punture della colonna vertebrale o sovradrenaggio nel caso di un sistema di shunt del liquido cerebrospinale disteso.


Talvolta l'emorragia subdurale si sviluppa spontaneamente e non è possibile individuarne la causa. 

Ematoma subdurale: come si sviluppa

La dura madre e l'aracnoide sono permeate da numerosi vasi. In caso di trauma cranico, la parete vascolare può lacerarsi. Il sangue proveniente dalle vene dello spazio subdurale entra quindi nella fessura tra le due meningi. Questa si allarga e solo ora lo spazio subdurale diventa visibile sulle immagini del cervello. Normalmente non è visibile visivamente perché le due meningi sono molto vicine.

L'ematoma può crescere rapidamente o lentamente (forma acuta o cronica). L'ematoma sposta il tessuto cerebrale e fa aumentare la pressione nel cervello. Ciò può causare danni cerebrali che non possono essere annullati. I medici devono quindi trattare l'emorragia subdurale in tempi brevi.

Sintomi

A seconda del decorso e dell'insorgenza dei sintomi, si distinguono diverse forme di ematoma subdurale.

  • Ematoma subdurale acuto: i sintomi iniziano entro pochi minuti, ore o al massimo tre giorni;
  • Ematoma subdurale subacuto: i sintomi si sviluppano entro tre settimane dall'evento scatenante;
  • Ematoma subdurale cronico: i sintomi non compaiono prima di tre settimane o alcuni mesi dopo il trauma cranico.


I sintomi di un ematoma subdurale sono diversi nelle forme acute e croniche. Possono anche essere diversi in termini di gravità. È sempre importante rivolgersi a un medico in caso di trauma cranico o chiamare immediatamente il servizio di emergenza al numero 144.

Ematoma subdurale acuto: sintomi

L'ematoma subdurale acuto si sviluppa rapidamente in pochi minuti, ore o fino a tre giorni dopo un incidente. I sintomi sono dovuti all'aumento della pressione intracranica, in seguito alla diffusione dell'ematoma. Il tessuto cerebrale è spostato e il cervello non può espandersi a causa del cranio osseo. Viene "compresso".

Questi segni sono possibili, ad esempio:

  • Mal di testa;
  • Nausea, vomito;
  • Dilatazione e assenza di reazione della pupilla sul lato dell'emorragia, talvolta anche su entrambi i lati;
  • Emiplegia dall'altro lato del corpo;
  • Disturbi della coscienza, coma.

Ematoma subdurale cronico: sintomi

L'ematoma subdurale cronico, invece, si sviluppa gradualmente entro alcune settimane dal trauma cranico. All'inizio si verifica solo una piccola emorragia. Poi il sangue si infiltra costantemente nello spazio subdurale e l'ematoma diventa sempre più grande. Spesso è sufficiente una lesione di lieve entità, come un leggero urto della testa contro un oggetto, per provocare l'ematoma subdurale. Molte persone non ricordano più l'evento scatenante perché è accaduto molto tempo fa.

Gli ematomi subdurali cronici spesso non causano sintomi per molto tempo. Si manifestano solo lentamente, all'inizio sono lievi e molti non associano i loro sintomi a un trauma cranico avvenuto tempo prima.

Questi segni possono indicare un ematoma subdurale cronico:

  • Mal di testa;
  • Sensazione di pressione nella testa;
  • Vertigini;
  • Disturbi cognitivi e perdita delle capacità intellettive: ad esempio, disturbi della percezione, dell'attenzione, della memoria, del pensiero e del ricordo;
  • Rallentamento psicomotorio: mimica facciale, corsa, camminata, linguaggio (ad esempio, disturbi nella ricerca delle parole);
  • Cambiamento di essenza e personalità;
  • Debolezza delle braccia e delle gambe;
  • Paralisi;
  • Disturbi emotivi;
  • Crisi epilettiche;
  • Ridurre la consapevolezza. 

Prevenzione e diagnosi precoce

Non esistono misure speciali per la prevenzione e la diagnosi precoce di un ematoma subdurale. Tuttavia, gli incidenti stradali, sportivi, nel tempo libero o sul lavoro sono spesso la causa di un grave trauma cranico. Anche la violenza alla testa da parte di altri può scatenare un'emorragia subdurale. Alcuni suggerimenti:

  • Proteggete la vostra testa con un casco di alta qualità quando guidate una bicicletta, un e-scooter o una e-bike. In molti Paesi il casco è comunque obbligatorio quando si guida una moto o uno scooter. In caso di caduta o di collisione con un altro veicolo, la vostra testa sarà più protetta;
  • Guidate sempre in modo difensivo e non aggressivo nel traffico stradale, anche se siete a destra e avete il diritto di precedenza. Questo spesso aiuta a evitare gravi collisioni con lesioni alla testa;
  • Se lavorate nei cantieri, dovete osservare costantemente le varie precauzioni di protezione. Ad esempio, l'elmetto è di solito d'obbligo. Alcune persone lavorano ad altezze maggiori e c'è il rischio di cadere. Anche in un cantiere gli oggetti possono cadere in testa;
  • Alcuni sport sono rischiosi, anche per la testa. Assicuratevi di avere un buon equipaggiamento protettivo, ad esempio per lo sci, lo snowboard, il pattinaggio, l'arrampicata, la boxe o l'alpinismo;
  • Non partecipare a litigi e risse. Piuttosto, cercate la conversazione o allontanatevi in caso di conflitti. Un pugno violento o un calcio in testa possono essere molto pericolosi.


In caso di incidente con trauma cranico, è sempre necessaria una visita rapida da parte di un medico o di un medico d'urgenza. È necessario rivolgersi al medico anche per lesioni presumibilmente minori, ad esempio se si è sbattuto la testa. Questo vale soprattutto per le persone anziane e per quelle che bevono alcolici. A volte la lesione non è così innocua come sembra. Inoltre, in caso di sintomi insoliti, è sempre consigliabile una rapida visita dal medico.

Decorso e prognosi dell'ematoma subdurale

Il decorso e la prognosi dipendono dal tipo e dalle dimensioni dell'ematoma subdurale. In generale, prima si inizia il trattamento, migliore è la prognosi. Senza terapia, un'emorragia cerebrale di grandi dimensioni può sempre diventare pericolosa per la vita.

Un ematoma subdurale acuto è solitamente più grave e deve essere trattato immediatamente, altrimenti la prognosi è sfavorevole. Nella maggior parte dei casi, tuttavia, le persone colpite non hanno solo un'emorragia subdurale, ma anche altre lesioni cerebrali dopo un incidente. Anche questo influisce sulla prognosi. A seconda dell'estensione e delle dimensioni dell'emorragia, il tasso di mortalità è compreso tra il 30 e l'80%.

Il decorso e la prognosi sono più favorevoli per gli ematomi subdurali cronici di piccole dimensioni. Se viene diagnosticato in tempo e trattato in modo adeguato, c'è un'alta probabilità di guarire completamente. Questo è tanto più vero quanto più una persona è giovane. Tuttavia, spesso soffrono di emorragia subdurale persone più anziane che soffrono anche di altre patologie.

Trattamento

Un ematoma subdurale acuto è sempre un'emergenza: il trattamento deve quindi iniziare immediatamente per migliorare le possibilità di sopravvivenza. Le persone colpite devono farsi curare in ospedale.