Aneurisma

All'inizio l'aneurisma è piccolo, cresce lentamente e quindi rimane inosservato per molto tempo. La dilatazione del vaso si verifica spesso in un'arteria dell'addome, del torace e del cervello. Tuttavia, può essere pericolosa per la vita se l'aneurisma scoppia. Tutto sulle cause e sulle opzioni di trattamento degli aneurismi.

Panoramica

Un aneurisma è un allargamento o un rigonfiamento della parete del vaso. Perde la sua elasticità, si dilata e può infine rompersi. A causa dell'emorragia associata, si tratta di una condizione pericolosa per la vita. Gli esperti parlano di aneurisma quando il vaso interessato ha un diametro pari ad almeno una volta e mezza (1,5 volte) quello normale. Visivamente, l'aneurisma assomiglia spesso a un palloncino, a una piccola sacca o a un fuso. Il termine aneurisma deriva dal greco antico e significa "allargamento".

In linea di principio, gli aneurismi possono svilupparsi in qualsiasi parte del corpo. Il più delle volte, tuttavia, il rigonfiamento dei vasi si forma nelle arterie (arteriose). Il motivo è che sono esposte a una pressione maggiore rispetto alle vene. L'arteria più comunemente colpita è l'aorta addominale, seguita dall'arteria toracica, dalle arterie cerebrali e dall'arteria del ginocchio. Gli uomini di età superiore ai 65 anni sono particolarmente a rischio di aneurisma dell'aorta addominale. L'aneurisma può essere congenito o acquisito nel corso della vita.

Nella maggior parte dei casi, le malattie cardiovascolari sono la causa del punto debole della parete vascolare. Tra queste vi sono le diffuse malattie dell'ipertensione arteriosa e della calcificazione vascolare (arteriosclerosi). Inoltre, anche le lesioni possono provocare un aneurisma.

Gli aneurismi sono insidiosi perché non causano alcun sintomo per molto tempo. Molte persone non si accorgono del pericolo imminente rappresentato da un aneurisma. In molti casi, scopriamo la dilatazione del vaso per caso durante un altro esame o, nel peggiore dei casi, quando l'aneurisma scoppia. L'emorragia è pericolosa per la vita ed è necessario un intervento immediato.
 

Cause e fattori di rischio

Un aneurisma può avere varie cause. Alcune persone ne sono affette fin dalla nascita e anche i fattori ereditari possono svolgere un ruolo. Molto più spesso l'aneurisma si sviluppa nel corso della vita. Le malattie cardiovascolari come l'arteriosclerosi sono spesso la causa. Alcuni fattori danneggiano i vasi, ad esempio:

  • Età: il fatto che le pareti dei vasi sanguigni perdano elasticità con l'aumentare degli anni di vita è un normale processo di invecchiamento, sul quale non si può influire;
  • Il fumo non colpisce solo i polmoni, ma tutti i vasi sanguigni;
  • Sovrappeso: i chili di troppo danneggiano anche i vasi sanguigni;
  • Pressione sanguigna elevata: una pressione eccessiva nei vasi sanguigni ne affatica e indebolisce le pareti;
  • Dieta ad alto contenuto di grassi;
  • Aumento dei grassi nel sangue (colesterolo).

Sintomi

Sintomi: un aneurisma spesso passa inosservato per molto tempo.

All'inizio l'aneurisma è generalmente piccolo, cresce lentamente e non provoca sintomi. La maggior parte dei pazienti si sente in buona salute e quindi in molti casi l'aneurisma rimane inosservato per molto tempo. Spesso scopriamo la dilatazione del vaso per caso, ad esempio durante un esame radiografico. Solo quando l'aneurisma si ingrandisce e preme sugli organi e sui tessuti circostanti iniziano i sintomi. Questi dipendono a loro volta dalla posizione in cui si è formato l'aneurisma. Questo è già considerato un'emergenza e deve essere chiarito immediatamente in ospedale.

  • Aneurisma dell'aorta addominale: i sintomi possono includere dolore addominale e/o alla schiena. Alcune persone avvertono anche una sensazione di pulsazione vicino all'ombelico quando hanno un aneurisma dell'aorta addominale;
  • Aneurisma dell'arteria articolare del ginocchio (aneurisma dell'arteria poplitea): A differenza dell'aorta addominale, un aneurisma dell'arteria poplitea raramente minaccia di rompersi. Più frequentemente, la formazione di coaguli porta all'occlusione acuta dell'arteria del ginocchio e al conseguente grave disturbo circolatorio della gamba. Ciò comporta un forte dolore e freddezza nella parte inferiore della gamba e del piede che, se non trattata, può portare alla perdita della gamba se il disturbo circolatorio continua;
  • Aneurisma toracico: può causare sintomi quali dolore al petto, mal di schiena, difficoltà di deglutizione, tosse, raucedine e problemi respiratori;
  • Aneurisma cerebrale: un aneurisma nella testa può premere sui nervi circostanti e causare vari sintomi. Tra i possibili sintomi vi sono mal di testa, disturbi visivi, dolore nella zona dell'occhio, paralisi del viso, disturbi del linguaggio o problemi di equilibrio. Raramente, all'interno dell'aneurisma si forma un coagulo di sangue (trombosi) che si stacca e ostruisce un altro vaso sanguigno, provocando un ictus.

Rottura dell'aneurisma - sintomi

I sintomi della rottura di un aneurisma dipendono dalla regione in cui si trova: cervello, torace o addome. Quando l'aneurisma scoppia, inizia un'emorragia interna che mette la persona colpita in pericolo di vita. È quindi necessario agire rapidamente.

  • In caso di rottura di un aneurisma dell'aorta addominale/seno, le persone malate lamentano l'insorgenza improvvisa di forti dolori addominali o alla schiena. Questo si irradia nella regione inguinale;
  • Altri sintomi di emorragia sono vertigini e perdita di coscienza fino al collasso circolatorio;
  • In caso di aneurisma cerebrale, si avverte un dolore estremamente forte, di solito nella parte posteriore della testa o del collo. Può anche irradiarsi alla schiena. Molti pazienti sono costretti a vomitare o a perdere immediatamente i sensi. Il sangue che fuoriesce preme sempre di più sul tessuto cerebrale e lo danneggia. Circa un terzo delle persone colpite muore quando un aneurisma cerebrale sanguina.

Prevenzione e diagnosi precoce

Gli uomini di età superiore ai 65 anni hanno un rischio significativamente più elevato di aneurisma dell'aorta addominale rispetto alle donne. In molti Paesi europei, come la Germania, l'Italia, la Gran Bretagna o la Svezia, esiste uno screening per la diagnosi precoce dell'aneurisma dell'aorta addominale. A tale scopo si ricorre all'esame ecografico, i cui costi sono coperti dalle compagnie di assicurazione sanitaria. In Svizzera, tuttavia, lo screening a ultrasuoni è raccomandato solo per le persone a rischio (ad esempio i fumatori) di età superiore ai 65 anni. E: l'esame è a carico del paziente.

La chirurgia profilattica può ridurre il rischio di rottura dell'aorta addominale e quindi il rischio di emorragia. Tuttavia, il trattamento comporta anche dei rischi e può portare a complicazioni. È quindi opportuno valutare sempre insieme a noi i vantaggi e gli svantaggi dell'intervento. Infatti, non tutti gli aneurismi dell'aorta addominale devono necessariamente scoppiare. Il diametro massimo dell'aneurisma è decisivo per la prognosi e la valutazione del rischio. A partire da una dimensione di 5,5 centimetri per gli uomini e di 5 centimetri per le donne, il rischio di rottura aumenta.

Gli aneurismi cerebrali vengono spesso scoperti per caso durante gli esami di TAC o RMN della testa. Anche in questo caso, esistono linee guida che stabiliscono quando il trattamento è necessario o meno. Presso l'USZ, gli aneurismi diagnosticati casualmente vengono valutati da un gruppo di specialisti di diverse discipline (neurochirurgia, neurologia e neuroradiologia) e si decide se il trattamento è necessario.

Prevenzione dell'aneurisma: alcuni suggerimenti

Due malattie giocano un ruolo speciale negli aneurismi: la calcificazione vascolare (arteriosclerosi) e l'ipertensione arteriosa (ipertensione). È possibile prevenire entrambe le malattie in una certa misura mantenendo uno stile di vita sano. Anche se si soffre già di ipertensione o di lipidi elevati nel sangue, uno stile di vita sano spesso ottiene risultati positivi. Il modo migliore per farlo è adottare le seguenti misure:

  • Non fumate e, se fumate, cercate di smettere di fumare: Cercate di smettere di fumare. Potreste dover fare diversi tentativi prima di riuscire a smettere di fumare;
  • Mantenete un peso corporeo sano ed evitate il sovrappeso o l'obesità. Se siete in sovrappeso, cercate di perdere qualche chilo. La ricetta migliore per farlo è una combinazione di dieta sana e molto esercizio fisico;
  • Consumare l'alcol con moderazione o non consumarlo affatto. Fare regolari pause alcoliche alla settimana;
  • Assicuratevi di fare abbastanza esercizio nella vita quotidiana (passeggiate, salire le scale, andare al lavoro in bicicletta) e fate sport. Gli sport di resistenza come la camminata, il nuoto, il ciclismo, il nordic walking o lo sci di fondo sono ottimi. Anche il ballo è considerato molto salutare;
  • Mangiare una dieta sana: consumare molta frutta, verdura, legumi e prodotti integrali che contengono molte vitamine, minerali e fibre. Bevete anche molti liquidi. È consigliabile bere circa 1,5-2 litri al giorno.


A volte queste misure non sono sufficienti per ridurre la pressione arteriosa elevata o i lipidi alti nel sangue. In questo caso, i farmaci possono essere d'aiuto.

Diagnosi

Spesso l'aneurisma viene scoperto per caso durante un esame eseguito per un motivo completamente diverso. Il rigonfiamento patologico nella parete del vaso può essere diagnosticato con l'aiuto di varie procedure di imaging. Queste includono l'ecografia (sonografia), la tomografia computerizzata (TC) o la risonanza magnetica (RM). Le dimensioni e la posizione dell'aneurisma sono chiaramente visibili sulle immagini.

Raramente, l'aneurisma non viene diagnosticato fino a quando non si rompe o si trombizza (è bloccato da coaguli): in questo caso è necessario rivolgersi immediatamente a noi, perché l'emorragia interna o la riduzione dell'apporto di sangue sono pericolosi per la vita. Di solito operiamo immediatamente l'aneurisma rotto o ripristiniamo l'apporto di sangue.
 

Decorso e prognosi in caso di aneurisma

Un aneurisma che rimane piccolo e non si espande spesso non causa sintomi e rimane inosservato per tutta la vita. Tuttavia, se si ingrandisce, l'aneurisma può rompersi, causando la morte. L'estensione, la forma e la posizione dell'aneurisma possono essere utilizzate per valutare il rischio individuale.

La prognosi di un aneurisma rotto è sfavorevole e tra il 30 e l'80% (a seconda della localizzazione) delle persone colpite muore. In generale, quanto prima si inizia il trattamento, tanto maggiori sono le possibilità di sopravvivenza.
 

Trattamento

Il trattamento di un aneurisma dipende dalle sue dimensioni e dalla sua posizione nel corpo. Un fattore importante è anche il rischio di rottura. Una volta scoperto l'aneurisma, è necessario sottoporlo a controlli regolari. Se rimane piccolo e non provoca sintomi, la terapia non è necessariamente necessaria.
Se l'aneurisma minaccia di rompersi, l'intervento chirurgico è il trattamento di scelta.