Istituto imaging della svizzera italiana

Medicina Nucleare
Bellinzona - 091 811 86 72 | medicina.nucleare@eoc.ch
Lugano - 091 811 64 46 | medicina.nucleare@eoc.ch

Radiologia
Bellinzona - 091 811 86 54 | radiologia.bellinzona@eoc.ch
Lugano - 091 811 60 90 | radiologia.civico@eoc.ch
Locarno - 091 811 46 28 | radiologia.locarno@eoc.ch
Mendrisio - 091 811 32 54 | radiologia.mendrisio@eoc.ch

Istituto imaging della svizzera italiana

Medicina Nucleare
Bellinzona - 091 811 86 72 | medicina.nucleare@eoc.ch
Lugano - 091 811 64 46 | medicina.nucleare@eoc.ch

Radiologia
Bellinzona - 091 811 86 54 | radiologia.bellinzona@eoc.ch
Lugano - 091 811 60 90 | radiologia.civico@eoc.ch
Locarno - 091 811 46 28 | radiologia.locarno@eoc.ch
Mendrisio - 091 811 32 54 | radiologia.mendrisio@eoc.ch

Istituto Imaging Svizzera Italiana

Tomografia Assiale Computerizzata (TAC) Indietro

 Cos'è 

La tomografia assiale computerizzata (TAC o semplicemente CT) è un esame radiologico che consente di visualizzare e studiare i vari distretti del corpo grazie al fatto che i raggi X emessi da un tubo radiogeno, attraversano gli organi e vengono catturati da appositi e sofisticati rilevatori. Per migliorare la qualità delle immagini e consentire una caratterizzazione di eventuali patologie, è spesso indicata la somministrazione di un mezzo di contrasto a base di iodio per via endovenosa.

A cosa serve

Per i pazienti con presunta o nota patologia oncologica, serve a visualizzare rapidamente tutto il corpo, per offrire un bilancio completo della malattia, sia al momento della diagnosi che durante e dopo i trattamenti.

Come si effettua 

Il paziente si annuncia in radiologia dopo l’accettazione, poi viene chiamato e accompagnato in uno spogliatoio dove gli verrà fornito un camice in cotone da indossare al posto dei suoi abiti. In genere indumenti intimi, se con certezza privi di componenti metalliche, possono essere mantenuti durante l’esame. Il tecnico di radiologia posizionerà un’agocannula in una vena periferica (in genere a livello dell’arto superiore), se non già presente, per poter iniettare il mezzo di contrasto durante l’esame. Il paziente verrà accompagnato nella sala TAC e verrà aiutato a posizionarsi sul lettino, in genere in posizione supina. Durante l’esame il paziente può sempre comunicare con il personale presente fuori dalla sala, in quanto tutte le sale sono dotate di appositi microfoni. Durante l’esame viene richiesto al paziente di eseguire dei respiri e trattenere l’aria (apnea) per pochi secondi. Al termine dell’esame il paziente viene accompagnato allo spogliatoio dove potrà rivestirsi e poi potrà uscire. L’esame TAC è molto rapido (pochi minuti), ma considerando le fasi di preparazione e ripristino, il paziente rimane dentro il reparto di radiologia per circa 15-20 minuti.

  • PER ESEGUIRE UNA TAC, VIENE UTILIZZATO IL LIQUIDO DI CONTRASTO?  

  • SONO INCINTA, POSSO FARE UNA TAC?  

  • QUANTO DURA UNA TAC?  

  • PER ESEGUIRE UNA TAC SENZA MEZZO DI CONTRASTO DEVO RIMANERE A DIGIUNO?  

  • É VERO CHE LA DOSE DI RADIAZIONI È ALTA?  

  • IN QUANTO TEMPO MI VERRÀ COMUNICATO L'ESITO DELL'ESAME?  

  • QUAL'È LA DIFFERENZA TRA UNA TAC E UNA RISONANZA MAGNETICA?  

  • DURANTE L'ESAME POSSO ASCOLTARE LA MUSICA?  

  • L'ESAME È DOLOROSO?  

  • TERMINATO L'ESAME, POSSO GUIDARE L'AUTOMOBILE? 

Indietro