Davide Rossi

Nato a Borgomanero nel 1975

Formazione

Il Prof. Davide Rossi ha conseguito la specializzazione in Medicina Interna e il Dottorato di Ricerca in Medicina Clinica e Sperimentale presso l'Università degli studi del Piemonte Orientale di Novara.

Iter professionale

Il Prof. Rossi è stato professore ordinario di Ematologia e membro della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università degli studi del Piemonte Orientale fino al 2015.
Nel 2015 il Prof. Rossi si è trasferito in Svizzera dove ricopre il ruolo di Viceprimario della Divisione di Ematologia dell'Istituto di Oncologia della Svizzera italiana (IOSI), Direttore del programma di ricerca sperimentale di ematologia dell'Istituto di Ricerca Oncologica (IOR) e co-responsabile del Clinical Lymphoid Tumors Investigation Program (CLIP) dell'Istituto di Oncologia della Svizzera italiana (IOSI). 
In qualità di Viceprimario della Divisione di ematologia dell'Istituto di oncologia della Svizzera italiana, il Prof. Rossi è responsabile del programma clinico della leucemia linfocitaria cronica. Presiede inoltre il Tumorboard emato-oncologico. Il Prof. Rossi ha anche sviluppato il Laboratorio di Diagnostica Molecolare in Ematologia, che è anche il laboratorio svizzero di riferimento del Network per l’analisi mutazionale del gene TP53 dell’European Research Initiative in CLL.

Attività didattica e scientifica

In qualità di co-presidente del Clinical Lymphoid Tumors Investigation Program (CLIP) dello IOSI e di vice-presidente del Project Group Leukemia dello Swiss Group for Clinical Cancer Research (SAKK), il Prof. Rossi ha sviluppato ed è il ricercatore principale dei trial clinici della CLL.
Il Prof. Rossi è a capo del Laboratorio di Ematologia Sperimentale dell'Istituto di Ricerca Oncologica. Il Laboratorio di Ematologia Sperimentale è nato nel dicembre 2015 e ha come “tema” la patogenesi molecolare dei linfomi e della leucemia linfatica cronica e lo sviluppo di marcatori per la diagnosi, la prognosi e la cura della malattia.
Alcuni dei contributi innovativi e rivoluzionari del Prof. Rossi in questo campo includono:
  • identificazione delle mutazioni NOTCH1, SF3B1 e BIRC3 nella leucemia linfatica cronica (CLL) e determinazione del loro ruolo clinico;
  • definizione delle basi molecolari della CLL ad alto rischio, comprese le malattie refrattarie e trasformate;
  • definizione del profilo genetico dei pazienti affetti da una CLL a basso rischio
  • prima descrizione della importanza clinica dei piccoli subcloni mutati TP53 nella CLL
  • prima descrizione del genoma del linfoma splenico o linfonodale della zona marginale
  • sviluppo del DNA tumorale circolante come strumento per informare la genetica tumorale
Nel complesso, il Prof. Rossi è autore di oltre 300 pubblicazioni peer reviewed.
Il Prof. Rossi ha ricevuto finanziamenti per la Ricerca da European Research Council, Fondo Nazionale Svizzero, Ricerca Svizzera Contro il Cancro, Leukemia & Lymphoma society da altre agenzie di finanziamento nazionali ed internazionali. Il Prof. Rossi é stato insignito di Grant da parte del Consiglio Europeo della ricerca, del Fondo Nazionale Svizzero, della Lega Svizzera per la lotta contro
Il contributo del Prof. Rossi allo sviluppo delle linee guida per la leucemia linfatica cronica, la sua partecipazione alla Classificazione dell'OMS e la sua costante presenza ai convegni internazionali sottolineano il suo ruolo di esperto del settore. È membro dell'International Workshop in Chronic Lymphocytic Leukemia (iwCLL), parte del Comitato Organizzatore del Intenrational Conference on Malignant Lymphomas e del Congresso della European Hematology Association

Interessi principali

Negli ultimi anni, il Prof. Rossi ha lavorato sulla patogenesi molecolare e sulla ricerca clinica nei linfomi e CLL.

Lingue

Italiano, Inglese