Istituto Oncologico della Svizzera Italiana

Sede centrale Istituto Oncologico della Svizzera Italiana
6500 Bellinzona Via A. Gallino 12
Tel. +41 (0)91 811 91 11
iosi@eoc.ch

 
    Ambulatorio di Bellinzona +41 91 811 91 47            
    Ambulatorio di Locarno +41 91 811 45 76            
    Ambulatorio di Lugano +41 91 811 79 00            
    Ambulatorio di Mendrisio +41 91 811 33 96   
 
Istituto Oncologico della Svizzera Italiana

Sede centrale Istituto Oncologico della Svizzera Italiana
6500 Bellinzona Via A. Gallino 12
Tel. +41 (0)91 811 91 11
iosi@eoc.ch

 
    Ambulatorio di Bellinzona +41 91 811 91 47            
    Ambulatorio di Locarno +41 91 811 45 76            
    Ambulatorio di Lugano +41 91 811 79 00            
    Ambulatorio di Mendrisio +41 91 811 33 96   
 
Istituto Oncologico della Svizzera Italiana

Seconde opinioni online Indietro

Il secondo parere online permette di ricevere una consulenza a distanza (ad esempio la valutazione del trattamento in corso).  Si basa esclusivamente sulle informazioni e i documenti forniti dal paziente, non può essere parificata ad una consultazione approfondita e non è adatta per i casi d’urgenza.

Il paziente richiede il secondo parere online tramite l’apposito formulario, allegando la documentazione necessaria. Il paziente è tenuto al versamento preventivo dell’importo richiesto e a inviare eventuale ulteriore documentazione cartacea o immagini radiologiche via posta.

La consulenza online è a carico del richiedente con un forfait per richiesta di Fr. 400. Il richiedente è il debitore della prestazione.

Dalla data di ricezione del dossier completo (inclusi eventuali allegati e/o documentazione cartacea), dopo il pagamento della richiesta, l’ospedale si impegna a fornire una risposta al quesito clinico entro 15 giorni lavorativi. Nel caso in cui la risposta dovesse tardare oltre i 15 giorni o nel caso in cui l’ospedale non potesse prendere a carico la richiesta (in questo caso il richiedente verrà informato entro 2 giorni) verrà restituito l’importo versato.

Il cliente che richiede un consulto online per una persona terza deve precedentemente avere ricevuto l’esplicita autorizzazione scritta della persona interessata, a meno che non sia autorizzato per legge a svolgere tali azioni. Copia dell’autorizzazione scritta deve essere inviata all’ospedale con la richiesta di consulenza online.

Nel caso di dubbi circa la titolarità, EOC può rifiutare la consultazione senza dover ulteriormente motivare la scelta di diniego. Il cliente è obbligato a risarcire l’ospedale nel caso in cui la persona terza facesse valere diritti contro l’ospedale a causa della richiesta di consulto.

 

 

La preghiamo  di inviare la sua richiesta al seguente indirizzo email: SecondOpinion.IOSI@eoc.ch”

 

Per effettuare la richiesta cliccare qui

Indietro