Autosilo San Giovanni, la gestione passa all’Ospedale dal 1. gennaio 2005

28 December 2004

L’autosilo del “San Giovanni” di Bellinzona a partire dal 1. gennaio 2005 sarà gestito direttamente dall’Ospedale. Il contratto d’affitto tra la SUVA, che rimane proprietaria dell’autosilo, e l’EOC è stato sottoscritto nei giorni scorsi per la durata di 5 anni ed è rinnovabile. Grazie a questo importante cambiamento, voluto dalla Direzione dell’Ospedale assieme alla Direzione Generale dell’EOC, potranno essere mantenute in futuro condizioni tariffarie ragionevoli a tutti gli utenti, escludendo nei prossimi anni aumenti sia delle tariffe di abbonamento per i dipendenti sia delle tariffe orarie per gli altri utenti. L’accordo appena raggiunto, reso possibile grazie alla disponibilità della Direzione della SUVA, riflette la volontà dell’Ospedale e della Direzione Generale dell’EOC di trovare soluzioni alla ben nota carenza di posteggi. Il trasporto collettivo con bus navetta per i dipendenti, sperimentato lo scorso anno, ha avuto un riscontro molto modesto; inoltre a causa dei ricorsi di confinanti è risultato per il momento non praticabile il progetto per nuovi posteggi esterni su un terreno dell’Ospedale. In questo contesto un utilizzo equilibrato dell’autosilo rimane perciò la soluzione maggiormente praticabile. Nella seconda parte del 2003, con l’aggiunta di un piano, la capacità è stata portata da 180 a 270 posti; i disagi per gli utenti dell’Ospedale sono da quel momento notevolmente diminuiti; quasi mai l’autosilo risulta completamente occupato. La gestione in proprio permetterà, senza comprometterne l’utilizzo da parte degli utenti-visitatori, di concedere un numero maggiore di abbonamenti ai collaboratori, possibilità che finora era stata preclusa. Sul piano economico la gestione, grazie alle sinergie con alcuni servizi interni e ad un’ occupazione più equilibrata dell’autosilo, si tradurrà in un autofinanziamento. Michele Morisoli Direttore

Social share