en

Riabilitazione muscoloscheletrica

I quadri clinici muscolo-scheletrici danno spesso luogo a una sintomatologia che purtroppo impone l’esecuzione di provvedimenti riabilitativi, nonostante il buon esito degli interventi acuti. Sovente si sviluppano addirittura situazioni patologiche permanenti: in tal caso, le misure riabilitative si rivelano essenziali per contrastare le conseguenze della cronicità. Ciascuna patologia necessita di provvedimenti specifici. Affinché la loro attuazione abbia successo, è indispensabile scegliere una filosofia riabilitativa solida e fondata su basi scientifiche.

L’intervento riabilitativo richiede la presa in carico inter-multidisciplinare (medico riabilitatore, infermiere, fisioterapista, ergoterapista, quando necessario psicologo, psichiatra, tecnico ortopedico e assistente sociale), la realizzazione di un progetto individuale per il trattamento di disabilità importanti o l’utilizzo di percorsi riabilitativi differenziati e specifici per le diverse patologie possibili.

Lo scopo ultimo è il miglioramento dell’autonomia nelle attività della vita quotidiana e quando possibile la ripresa dell’attività lavorativa, attraverso un adeguato ripristino della resistenza psico/fisica, del tono trofismo muscolare, delle escursioni articolari e delle prestazioni funzionali.

Ultimo aggiornamento: 16 gennaio 2012