en
Centro Diagnosi e Terapia delle Malattie Tiroidee

Ospedale Regionale di Lugano, sede Civico
Servizio di Medicina nucleare e Centro PET/CT
Stabile Cardiocentro Ticino - Piano -2
Tel. +41 (0)91 811 64 46 - Fax +41 (0)91 811 64 44
myriam.piccaluga@eoc.ch
Ospedale Regionale di Bellinzona e Valli, sede Bellinzona
Servizio di Medicina nucleare e Centro PET/CT
Blocco D - Piano -3
Tel. +41(0)91 811 86 72 – Fax +41(0)91 811 82 50
myriam.piccaluga@eoc.ch

Centro Diagnosi e Terapia delle Malattie Tiroidee

Noduli tiroidei Indietro

Diagnosi e terapia

I noduli della tiroide sono molto comuni e sono quasi sempre benigni (circa il 90-95%). È comunque importante escludere o, rispettivamente, identificare un eventuale nodulo maligno mediante dosaggio del TSH e della calcitonina, ecografia e, in casi più selezionati, scintigrafia della tiroide e/o l’agoaspirato tiroideo. La maggior parte dei pazienti con noduli benigni non necessita di una terapia ma solo di un controllo periodico.

La chirurgia viene considerata solo in quei casi in cui la presenza del nodulo comporti sintomi di compressione di una o piu’ delle strutture del collo (trachea, esofago, nervo ricorrente, tronco vascolare). Questi soggetti lamentano, in maniera variabile, disturbi di difficoltà nella respirazione (dispnea), nella deglutizione (disfagia) e/o nel tono della voce (disfonia). Per evitare un intervento chirurgico è stata recentemente sviluppata una terapia riduttiva che utilizza esclusivamente gli ultrasuoni denominata High Intensity Focused Ultrasound (HIFU).

La procedura è ambulatoriale e non è prevista una particolare preparazione al trattamento. Il paziente è posizionato su un lettino in posizione supina, come avviene per una semplice ultrasonografia della tiroide.

 Ecografia tiroidea: nodulo tiroideo a struttura “spongiforme” (benigno)

Ultimo aggiornamento: 24 febbraio 2017
Indietro